Articoli correlati ‘cultura’

25 APRILE SEMPRE: SI CONTINUA “A CAMMINARE” CON LE SCUOLE INSIEME AI NOSTRI PARTIGIANI

17 maggio 2016

Questa volta il nostro cammino prosegue insieme alle classi terze del “International School of Modena” di Montale Rangone (MO).
Sempre attenti i ragazzi e soprattutto tante domande a Rino Forghieri “nano” e Mario Corradini “Fritz”, instancabili fianchi che non si tirano mai indietro quando si tratta di parlare nelle scuole.

foto 1-8 foto 5-3
Sono stati accolti dalla direzione con queste parole “siamo onorati di avervi nella nostra scuola”: parole che sottolineano sempre di più la volontà di far accompagnare i ragazzi nel loro percorso formativo dalle testimonianze di uomini e donne che hanno dato al nostro paese occhi e possibilità nuove, attraverso la lotta di liberazione dal nazismo e dal fascismo.

Copia di foto 4 Copia di foto 5-3
L’introduzione a quel periodo storico e immagini del territorio di quell’epoca, hanno accompagnato le parole di Rino e Mario sottolineando come questa terra sia ricca di radici della Resistenza, essenza della nostra Costituzione.
Guardare il proprio paese e quelli vicini con un altro sguardo: da oggi uno strumento in più per riflettere e pensare.

Le voci di uomini e donne capaci di collaborare, di essere solidali e di difendere le proprie idee la chiave per affrontare i problemi della nostra società. Mario dice “E’ stata un’esperienza dura. Non vorrei tornare a passare quello che ho passato. Però, se costretto, tornerei a fare la scelta del partigianato perché ad un certo punto bisogna scegliere da che parte stare.”
foto 4 foto 2-7

E’ ONLINE L’ATLANTE DELLE STRAGI NAZIFASCISTE

7 aprile 2016

Da oggi  troverete all’indirizzo http://www.straginazifasciste.it una vera e propria Banca Dati di tutte le stragi compiute tra il 1943 e il 1945 per mano e volontà di nazisti e fascisti sul territorio Italiano.

Conoscere e avere testimonianza autentica di fatti di una violenza senza eguali, per capire e dare volto ad una periodo non così troppo lontano, di cui dimentichiamo troppo spesso le nefandezze e le violenze anche verso civili inermi.

Un altro prezioso strumento per non dimenticare: ricerca storica, raccolta di fatti accaduti e non teorie!
Da promuovere nelle scuole, da consultare quando ancora si ripropongo atti che richiamano a quei tempi e che attraverso la storia possono essere interpretati e rifiutati.

Il progetto è stato presentato pubblicamente il 6 Aprile 2016 presso la Farnesina da INSMLI e ANPI ed è stato finanziato tramite il fondo italo-tedesco per il futuro.