Articoli correlati ‘#storia’

ANPI PALAGANO: UN ALTRO “PROGETTO DELLA MEMORIA” PER LE SCUOLE DI MARANELLO

18 aprile 2016

Anche ANPI Palagano applica il “Protocollo Miur-ANPI”, nelle scuole di Maranello, con un progetto che porta testimonianze di questa nostra terra che sa di radici, da tenere sempre vive.
Questa volta i racconti e il vissuto di due sopravvissuti alla strage nazista di Monchio, Costrignano e Susano, avvenuta il 18 marzo 1944: i signori Armando Tincani e Adriana Gualmini hanno condiviso con i ragazzi, il Dirigente Scolastico e tanti docenti dell’ IPSIA “A.FERRARI”, quella parte della loro vita che nessuno dovrebbe vivere ma che è giusto divenga oggi, sempre di più, conoscenza condivisa.

foto 5-3            foto 4

Si sono raccontati di una vita negata di spensieratezza per la brama di “vincere” spargendo sangue, come fosse un premio da mostrare….
Si sono rivisti negli occhi di una giovane età, quella degli studenti, che gli è rimasta sempre dentro perché mai vissuta, come tutti dovrebbero fare…….
Si sono raccolti per controllare il dolore di vissuti che non si cancellano e che rimangono scritti indelebili nella memoria…
Ma si sono fatti forza del fatto che sono un “fianco” per la crescita civile delle nuove generazioni, speranza di una nuova società che non si dimentica più di un passato che ha dato la volontà di scrivere la “Costituzione Italiana”, essenza di libertà e di democrazia.
Il nostro territorio è stato scena, in tempi non troppo lontani, di avvenimenti atroci, di lotte e, soprattutto in questa pagina della nostra storia, si è trovato a vedere i civili uccisi senza pietà, per una guerra che ha colpito di una violenza spietata che va tenuta bene in mente: se la memoria non rimane attenta, tutto può tornare in qualunque momento…

foto 1-8

Di seguito il link dell’articolo scritto nel sito dell’Istituto in cui è avvenuto l’incontro: un’attenzione che risalta ulteriormente quanto la scuola senta questi temi e quanto siano indispensabili per un vivere civile….
http://www.ipsiaferrari.mo.it/news/news-pubbliche/incontro-con-i-testimoni-della-strage-di-monchio

E’ ONLINE L’ATLANTE DELLE STRAGI NAZIFASCISTE

7 aprile 2016

Da oggi  troverete all’indirizzo http://www.straginazifasciste.it una vera e propria Banca Dati di tutte le stragi compiute tra il 1943 e il 1945 per mano e volontà di nazisti e fascisti sul territorio Italiano.

Conoscere e avere testimonianza autentica di fatti di una violenza senza eguali, per capire e dare volto ad una periodo non così troppo lontano, di cui dimentichiamo troppo spesso le nefandezze e le violenze anche verso civili inermi.

Un altro prezioso strumento per non dimenticare: ricerca storica, raccolta di fatti accaduti e non teorie!
Da promuovere nelle scuole, da consultare quando ancora si ripropongo atti che richiamano a quei tempi e che attraverso la storia possono essere interpretati e rifiutati.

Il progetto è stato presentato pubblicamente il 6 Aprile 2016 presso la Farnesina da INSMLI e ANPI ed è stato finanziato tramite il fondo italo-tedesco per il futuro.

Celebrazioni del 72° Anniversario della Strage di Monchio, Susano, Costrignano e Savoniero

19 marzo 2016

DOMENICA 20 MARZO 2016
Programma:
ore 09:30
Ritrovo a Susano davanti alla “Buca”
ore  10:00
CELEBRAZIONI DEL 72° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI MONCHIO, LAMA di MONCHIO, SUSANO, COSTRIGNANO E SAVONIERO. Cerimonia ufficiale alla Presenza delle autorità e Banda Musicale di Palagano diretta dal Maestro Ottavio Piacentini. Corteo con gonfaloni fino alla Chiesa Parrocchiale di Susano.
ore 11:30
Celebrazioni della S. Messa con la presenza della Corale Palaganese e dei bambini della Scuola Primaria di Monchio.

12802947_10153948826109814_5561631471480374755_n

Protocollo Miur – ANPI: “Camminando verso il 25 Aprile” per applicarlo

18 marzo 2016

Dare voce alla Resistenza ed alla Costituzione: questo l’obiettivo del protocollo Miur – ANPI.
Attraverso un percorso di visite in luoghi della memoria e attraverso incontri con testimoni di vita, ANPI Maranello applica il protocollo nelle scuole del territorio, cominciando dalla scuole Secondarie di 1° grado del paese con la prima tappa il 17 Marzo 2016. Questo progetto, costruito ed attuato insieme ad insegnanti e direzione didattica, ha come obiettivo quello di raccontare il “viaggio” che ha portato al giorno della liberazione: visite, storie, letture e testimoninze di uomini e donne che hanno combattuto per arrivare a liberare il nostro paese dal nazi-fascismo e scrivere la nostra Costituzione.
Delineare un volto di radici di un territorio che ha dato a quella lotta persone che hanno scelto di donare la propria giovinezza alla lotta partigiana, decidendo con forza da che parte stare e trovando in questa strada l’unica risposta possibile in quel periodo che richiedeva libertà, pace, futuro.
I ragazzi sono essenza di futuro e trattare a scuola argomenti che vivono di questa essenza è necessario per dare corpo alle nuove generazioni: la loro sete di conoscenza ha bisogno di essere dissetata e i valori della Resistenza sono una fonte pulita che va fatta conoscere.
Occhi curiosi e luminosi di fronte ad un passato che raccontava un pezzo della loro terra: realtà di tempi non troppo lontani e diverse dal loro presente, ma in cui nascevano le motivazioni e gli obiettivi per una società giusta. Oggi, a distanza di più di 70 anni, lo stesso bisogno: ricostruire un mondo capace di accogliere, di confrontarsi e di trovare stimoli per migliorarlo.
Affiancare i giovani con esempi, lungo questo cammino, la risposta per non perdere questo patrimonio di speranza.

Per leggere il testo integrale del “Protocollo Miur – ANPI” dal sito di ANPI Nazionale al link:
http://www.anpi.it/articoli/1203/accordo-miur-anpi-per-promuovere-la-costituzione-e-la-resistenza-nelle-scuole


DSC01412 DSC01440
“Dopo un raccolto ne viene un altro, andiamo avanti!” (Alcide Cervi)
(17 Marzo 2016: prima tappa a “Casa Cervi” con gli alunni della Scuola Secondaria di 1° gr)